Deforestazione Amazzonia record 2020

La deforestazione dell’Amazzonia ha raggiunto un record nel 2020: è aumentata del 25% su base annua già nella prima metà dell’anno. I dati ufficiali sono stati rilasciati il 10 luglio. Circa 3.069 chilometri quadrati (1.184 miglia quadrate) è l’area colpita dalla deforestazione e si tratta della cifra più alta da…Leggi l'articolo intero

Scoperte colonie Pinguini Imperatore Antartide

Dallo spazio scoperte 11 colonie di pinguini in Antartide grazie ai satelliti Sentinel 2 del programma Copernicus gestito da Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Commissione Europea. Si tratta di “Pinguini Imperatore” (Aptenodytes forsteri): sono animali endemici dell’Antartico, che hanno assoluto bisogno di ghiaccio marino per soddisfare bisogni primari come quello…Leggi l'articolo intero

Ghiaccio Artico 2020 scomparse calotte in Canada

Ultime notizie sul ghiaccio Artico 2020: sono scomparse le calotte della baia di St. Patrick sull’altopiano Hazen dell’isola nord-orientale di Ellesmere a Nunavut, in Canada. Le immagini sono state rilevate dai satelliti della NASA.  Nel 2017 in un articolo pubblicato su The Cryosphere, scienziati del National Snow and Ice Data…Leggi l'articolo intero

Temperature record 2020 Artico

Raggiunta temperatura record nell’arcipelago Artico, nelle isole Svalbard: il 25 luglio 2020 è stata rilevata verso le ore 17:00-18:00 locali, una temperatura di 21,7° Centigradi. L’aggiornamento è stato pubblicato dalla AFP. Le isole Svalbard si trovano al nord della costa norvegese e distano circa 1000 km dal Polo Nord. Il…Leggi l'articolo intero

Fuoriuscita metano Antartico

Preoccupazione per la scoperta di una fuoriuscita di metano nel mare Antartico. Gli esperti hanno identificato una perdita attiva del gas sotto la piattaforma più grande del polo Sud. Il metano è un potente gas serra, 25 volte più dannoso dell’anidride carbonica. La fuoriuscita scoperta non viene al momento bloccata…Leggi l'articolo intero

Orsi polari rischio estinzione 2100

Gli orsi polari sono a rischio estinzione entro il 2100. Lo dice la ricerca apparsa su Nature Climate Change, in cui si considerano tutte le cause che porteranno all’inevitabile conseguenza. Prima fra tutte vi è la riduzione del ghiaccio marino al Polo Nord e nei dintorni. Con la riduzione dei ghiacciai,…Leggi l'articolo intero

Cambiamento climatico Mediterraneo

Il cambiamento climatico globale ha come indicatore il Mediterraneo. Secondo le stime, nei prossimi decenni ci potrebbe essere un clima sempre più secco e il 40% in meno di piogge durante le stagioni invernali. La valutazione si basa sulle misurazioni effettuate dal Massachusetts Institute of Technology (Mit), con il gruppo…Leggi l'articolo intero

Scioglimento permafrost conseguenze

Lo scioglimento dei ghiacciai e più precisamente del permafrost potrebbe avere come conseguenza ondate di calore. Gli scienziati sono preoccupati per l’attuale ondata di calore nell’Artico, che sta causando il degrado del permafrost con un’ulteriore accelerazione dei cambiamenti climatici. Il metano si è immagazzinato in questo strato semighiacciato (permafrost) in…Leggi l'articolo intero

Spiagge scompaiono per erosione

Su Nature Climate Change i ricercatori spiegano che potrebbero scomparire fino alla metà delle spiagge di tutto il mondo entro la fine del secolo. La causa è l’innalzamento del livello del mare velocizzato dal riscaldamento globale. Dunque si tratta di una previsione di netto peggioramento del fenomeno naturale dell’erosione delle…Leggi l'articolo intero

Ghiacci Groenlandia si sciolgono

Il ghiaccio in Groenlandia si sta sciogliendo più velocemente rispetto ai decenni precedenti. Dai risultati pubblicati su Nature si constata che la calotta della Groenlandia ha perso 3,8 trilioni di tonnellate di ghiaccio dal 1992, con conseguenza di un innalzamento del livello globale del mare di 10,6 millimetri. Più precisamente il…Leggi l'articolo intero