Storia evoluzione cervello umano

Storia dell’evoluzione del cervello umano. La storia del cervello inizia negli antichi oceani, molto prima della comparsa dei primi animali. Gli organismi unicellulari che nuotavano o strisciavano al loro interno potrebbero non aver avuto cervello, ma avevano modi sofisticati di percepire e rispondere al loro ambiente. “Questi meccanismi si sono mantenuti fino…Leggi l'articolo intero

Dormire con la luce conseguenze

Dormire con la luce accesa può avere conseguenze negative sulla salute. Sembra che esporsi durante il sonno a fonti luminose anche per una sola notte, può interferire con i livelli di glucosio e con la regolazione cardiovascolare. Questo esporrebbe a un maggiore rischio di malattie cardiache, diabete e sindrome metabolica.…Leggi l'articolo intero

Senso sazietà neuroni nucleo parasubtalamico

Senso di sazietà: scoperta nuova area nel cervello. Recenti studi condotti presso il Dipartimento di Neuroscienze dell’Università dell’Arizona e pubblicati su Molecular Metabolism, hanno individuato nel nucleo parasubtalamico l’altra area coinvolta nella sensazione di sazietà. I precedenti studi avevano dimostrato che la prima zona coinvolta nel senso di sazietà è l’amigdala…Leggi l'articolo intero

Effetti alcol sul cervello

Effetti dell’alcol sul cervello: causa una riduzione delle dimensioni. A sostenerlo è una ricerca pubblicata su Nature Communications che è stata condotta su 36.678 adulti (di cui il 52,8% donne). I risultati hanno dimostrato che le alterazioni nella struttura del cervello si manifestano anche con un consumo moderato di sostanze…Leggi l'articolo intero

Guardare troppa TV fa male al cervello

Guardare la TV fa male al cervello, secondo lo studio del dott. Ryan Dougherty, un borsista post-dottorato presso la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health. Lo studio pubblicato su Brain Imaging and Behaviour, si basa sulla raccolta dati che copre 20 anni e suggerisce che guardare troppa TV può…Leggi l'articolo intero

Attività cerebrale post mortem

Attività cerebrale post mortem: registrate onde gamma in quantità maggiori. Lo studio è stato effettuato da neuroscienziati dell’Università di Louisville (USA) i quali stavano monitorando un paziente di 87 anni tramite elettroencefalografia (EEG). Il paziente era sottoposto ad un controllo a seguito di una caduta che gli aveva procurato un…Leggi l'articolo intero

Persone che non cambiano idea

Persone che non cambiano mai idea: c’è una spiegazione psicologica e neurologica. Lo possiamo notare spesso che cambiare idea non è facile. Poi ci sono persone che hanno più difficoltà di altre ad accettare opinioni diverse dalle proprie. Secondo diversi studi ci sono vari fattori che influenzano la nostra presa…Leggi l'articolo intero

Perché si ha bisogno di amici

Avere bisogno di un amico è fisiologico: le neuroscienze ci dicono infatti, che nel cervello si attiva una specifica zona dopo un periodo di isolamento e di privazione. La neuroscienziata Livia Tomova, del Mit di Boston, ha spiegato le sue scoperte in una pubblicazione su Nature Neuroscience. La mancanza di…Leggi l'articolo intero

Perché il tempo scorre veloce

Perché si ha la sensazione che il tempo scorra più veloce? La percezione del tempo varia molto durante la vita di ognuno, soprattutto in base all’età o a particolari stati d’animo. Adrian Bejan della Duke University negli Usa ha provato a dare una spiegazione sul perché con l’avanzare dell’età il…Leggi l'articolo intero

A cosa servono i sogni teoria reti neurali

A cosa servono i sogni? Aiutano il cervello a capire la realtà, perché permettono di andare fuori gli schemi del quotidiano, basati sulla semplice osservazione. Questa ipotesi è stata avanzata da Erik Hoel e pubblicata sulla rivista Patterns dal gruppo dell’Università Tufts. I sogni più strani e complessi aiutano il…Leggi l'articolo intero