Tartufo nero valori nutrizionali
  • 100 g di Tartufo nero hanno 31 calorie (kcal).

Il Tartufo nero (Tuber melanosporum) è un fungo apogeo che appartiene al genere Tuber; cresce sottoterra e si lega alla radice di alcuni alberi (pioppi, querce, lecci).

Si raccoglie tra dicembre e marzo.

E’ un alimento ricco di minerali quali: Potassio, Fosforo, Sodio, Calcio, Zinco e Ferro.

Il Tartufo nero è un vegetale ipocalorico, ma che conferisce importanti proteine e benefici per il sistema cardiovascolare.

Fa bene ad ossa e denti per il suo contenuto di Calcio.

Contiene antiossidanti che promuovono la produzione di collagene e contrastano l’invecchiamento cutaneo e cellulare.

Ha un discreto contenuto di Vitamina B3 (Niacina) e Vitamina C.

E’ anche ricco di acqua e fibre che aiutano il sistema digestivo.

Uno studio recente ha scoperto che il Tartufo ha preziose proprietà schiarenti per le macchie perché interagisce con la melanina.

Risulta invece controindicato in chi ha problemi di fegato, reni o gotta.

Valori nutrizionali per 100g di Tartufo nero
Energia kJ132
Energia con fibra, kJ200
Energia kcal31
Energia con fibra, kcal48
Proteine totali, g6,0
   Proteine animali, g0,0
   Proteine vegetali, g6,0
Lipidi totali, g0,5
   Lipidi animali, g0,0
   Lipidi vegetali, g0,5
Colesterolo, mg0
Carboidrati disponibili (MSE), g0,7
   Amido (MSE), g0,0
   Carboidrati solubili (MSE), g0,7
Fibra alimentare totale, g8,5
Alcol, g0,0
Acqua, g76,3
MINERALI ed ELEMENTI IN TRACCIA
Ferro, mg3,5
Calcio, mg24
Sodio, mg55
Potassio, mg368
Fosforo, mg62
Zinco, mg3,80
VITAMINE IDROSOLUBILI
Vitamina B1, Tiamina, mg0,05
Vitamina B2, Riboflavina, mg0,09
Vitamina C, mg1
Niacina, mg2,00
Vitamina B6, mg0,18
Folati totali, µg44
VITAMINE LIPOSOLUBILI
Retinolo equivalente
   Retinolo eq. (RE), µg0
   Retinolo, µg0
   ß-carotene eq., µg0
Vitamina E (ATE), mg0,12
Vitamina D, µg0,00
ACIDI GRASSI
Acidi grassi saturi totali, g0,11
Acidi grassi monoinsaturi totali, gtr
Acido oleico, gtr
Acidi grassi polinsaturi totali, g0,27
Acido linoleico, g0,05
Acido linolenico, g0,22
Altri acidi grassi polinsaturi, g0,00
(Fonte: http://www.bda-ieo.it/wordpress/?page_id=14)

Lascia un commento