Mappa emozioni

Le emozioni sono protagoniste della vita umana e sociale, ma dove si trovano? L’origine delle emozioni è stata trovata in una porzione di cervello di appena tre centimetri, nello specifico nella giunzione temporo-parietale destra.

La felicità, l’euforia, la tristezza, la malinconia, la rabbia, sono tutte espressioni emotive che originano in quella parte del cervello in cui si “accendono” e si “spengono” in base alle circostanze che le suscitano.

Giunzione_Temporo_Parietale

Secondo la loro tipologia ed intensità sono rappresentate in una sorta di mappa che è stata individuata grazie ad un test fatto a volontari mentre guardavano il film “Forrest Gump“. Proprio questo film dall’alto contenuto emotivo, è stato il mezzo che ha permesso di scovare l’origine delle emozioni e la scoperta potrà dare grandi contributi per la cura di depressione e fobie.

La ricerca è stata pubblicata su Nature Communications dai ricercatori del Molecular Mind Laboratory (MoMi Lab) della Scuola Imt Alti Studi Lucca. Il gruppo di ricerca che è stato guidato dallo psichiatra Pietro Pietrini e dalla dottoranda Giada Lettieri, ha scoperto che i meccanismi con i quali funzionano le emozioni nel cervello sono simili a quelli dei 5 sensi (vista, udito, olfatto, gusto, tatto).

Cosa si è scoperto con l’esperimento?

Il cervello riesce a rappresentare il tipo di emozioni provate in un determinato momento e la loto intensità come in una mappa.

Ciò è stato dimostrato facendo vedere a 15 volontari il film Forrest Gump e facendo riportare in modo dettagliato le emozioni provate in ogni singola scena insieme alla loro intensità, valutandole con una scala da 1 a 100.

I dati ottenuti sono stati confrontati con quelli rilevati in Germania dal progetto “studyforrest” su altri 15 persone che hanno visto lo stesso film mentre veniva monitorata l’attività del cervello con la risonanza magnetica funzionale.

Si è quindi dimostrato che ci sono regioni cerebrali la cui attività predice gli stati d’animo che ci coinvolgono in un preciso momento, delineando una vera e propria mappa delle emozioni.

(Fonte: Emotionotopy in the human right temporo-parietal cortex)

Lascia un commento