Semi di uva antitumorali

I semi dell’uva (vinaccioli) sono benefici per la salute e per contrastare un particolare tipo di tumore, il mesotelioma. Uno studio italiano di ENEA, CNR e Università “Federico II” di Napoli (UNINA), ha riscontrato che nei semi degli acini delle uve di Aglianico e Falanghina, ci sono sostanze capaci di bloccare la crescita del tumore.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista internazionale “Journal of Functional Foods“.

Gli studi ENEA si sono concentrati a definire gli estratti metabolici ottenuti da bucce e vinaccioli delle due varietà di vite campane. E’ risultato che è nei vinaccioli dell’uva di Aglianico che ci sono molte proantocianidine, polifenoli dalle marcate proprietà antiossidanti. E’ stato osservato che questo particolare tipo di molecole sono in grado di indurre le cellule del mesotelioma all’apoptosi (morte cellulare); tale azione è stata osservata anche nei casi di tumori farmaco-resistenti.

I genetisti del Dipartimento di Agraria dell’UNINA hanno condotto indagini molecolari ed hanno visto che vi è un’elevata attività dei geni associati alla biosintesi delle proantocianidine. L’espressione dei geni è più elevata nei semi (anziché nelle bucce) ed è superiore nella vite Aglianico rispetto alla Falanghina.

Che cos’è il mesotelioma?

Il mesotelioma è un tumore che nasce dalle cellule del mesotelio, il tessuto che riveste come con una sottile pellicola le membrane sierose che “foderano” la parete interna di torace, addome e lo spazio intorno al cuore.

Come chiarisce Stefania Crispi del CNR: “Nonostante la rarità di questa malattia associata all’esposizione alle fibre di amianto (al momento l’1% di tutte le malattie oncologiche), l’incidenza del mesotelioma aumenta nel mondo del 5,4% l’anno e la diagnosi è spesso tardiva, sia a causa della sintomatologia simile a quella di molte altre malattie, sia perché il tumore si sviluppa dopo un lungo periodo di latenza“.

Il mesotelioma ha un’elevata resistenza alla chemio e la scoperta di nuove sostanze che abbinate ai chemioterapici possono dare migliori risultati, è importante per la lotta a questa forma aggressiva di tumore.

Lascia un commento