Occhiali per luce blu servono al sonno

Gli occhiali che filtrano la luce blu servono a migliorare il sonno e l’efficienza sul lavoro. Questo è quanto si evince da un nuovo studio pubblicato su Journal of Applied Psychology.

Attraverso dei test si è osservato che gli occhiali che filtrano la luce blu, se indossati prima di andare a dormire, creano come una forma di “oscurità fisiologica” che favorisce il sonno.

I ricercatori hanno analizzato i dati più attuali sulla fisiologia umana legata ai cicli circadiani. Dunque, basandosi sull’importanza che questi cicli hanno sulle prestazioni giornaliere, hanno ipotizzato che indossare occhiali con filtro per la luce blu, possa avere effetti benefici concreti.

Test degli occhiali per luce blu

In un primo test sono stati raccolti dati ottenuti da 63 manager per un totale di 519 osservazioni giornaliere: è emerso che indossare questo tipo di occhiali aveva un miglioramento nella qualità del sonno, nell’impegno lavorativo e nelle relazioni sociali. Il risultato è stato più marcato nei dipendenti che normalmente andavano a dormire più tardi.

In un secondo test di campionatura, sono stati raccolti dati da 67 rappresentanti di call center, per un totale di 529 osservazioni giornaliere ed anche in questo caso si sono avuti riscontri positivi per quanto riguardava una maggiore qualità di sonno e prestazioni organizzative.

I ricercatori affermano: “Il nostro modello evidenzia come e quando indossare occhiali con filtro per la luce blu può aiutare i dipendenti a vivere e lavorare meglio.”

Perché gli occhiali per la luce blu sono utili

Sappiamo che con il largo impiego della tecnologia e l’aumento della dipendenza da smartphone, tablet e pc, la maggior parte delle persone è in continuo contatto con monitor che emettono luce blu. La frequenza di luce emessa dai monitor ha un comprovato legame con i disturbi del sonno.

L’uso dei dispositivi elettronici sono sempre più frequenti fra i lavoratori e fra i giovani, sia per motivi di svago che di studio. Tale impiego si è intensificato durante la pandemia del Covid-19.

Trovare dei supporti che possano contrastare i disagi creati dall’uso costante dei monitor è diventato oggi più urgente.

Il dott. Cristiano L. Guarana, che ha condotto la ricerca, spiega: “Abbiamo scoperto che indossare occhiali che filtrano la luce blu è un intervento efficace per migliorare il sonno, l’impegno al lavoro, le prestazioni dei compiti e il comportamento di cittadinanza organizzativa e ridurre il comportamento di lavoro controproducente”.

Il professor Christopher Barnes (coautore), ha aggiunto: “Questo studio fornisce la prova di un mezzo molto conveniente per migliorare il sonno dei dipendenti e i risultati di lavoro, e il ritorno sull’investimento implicito è gigantesco”.

L’idea potrebbe essere quella di rendere di uso comune gli occhiali con filtro per luce blu e far dotare anche i dipendenti nelle aziende di questo utile accessorio.

Perché la luce blu fa male?

La luce blu ha una lunghezza d’onda (compresa tra i 380 e i 500 nm) ed è particolarmente dannosa tra i 390 e i 455 nm. E’ una forma di radiazione elettromagnetica che arriva più in profondità nell’occhio, rispetto alle altre lunghezze dello spettro della luce visibile. Infatti, la luce blu è ad alta energia e solo un po’ al di sopra della luce ultravioletta, potenzialmente dannosa.

Nella luce solare, durante il giorno, si trova tra il 25% e il 30% di luce blu. Da alcuni studi, si è scoperto che un suo accumulo può causare danni alla retina e che proprio la luce blu è implicata nella degenerazione maculare. Essa penetra il cristallino oculare e con il tempo potrebbe danneggiare la retina.

Tuttavia, non è il caso dei monitor dei pc o dei tablet, perché la loro emissione è in quantità basse.

Però, quello in cui può giovare lo schermare la luce blu dei monitor, è nel non avere interferenze con i ritmi di sonno-veglia, che possono essere appunto disturbati dall’uso nelle ore serali degli schermi (compresa la TV).

Va da sé che una regolarità del sonno garantisce dei buoni livelli di attenzione giornaliera.

(Fonti consultate: 
- Study: Blue-Light Filtering Glasses Improve Sleep Quantity and Quality, Workday Productivity 
- The Case for and Against Blue Light Blocking Glasses (2020))

Lascia un commento