Alopecia androgenetica cure

Novità 2020 su future cure per l’alopecia androgenetica: sperimentata una soluzione topica a base di cellule staminali che fa ricrescere i capelli.

Lo studio è stato pubblicato su Stem Cells Translational Medicine ed è stato condotto su persone con alopecia androgenetica (AGA) ovvero la calvizie comune di cui sono afflitti sia uomini che donne, la cui causa può derivare da fattori genetici, ormonali o ambientali.

Molti studi sono in corso e già altri risultati positivi si erano ottenuti con cellule staminali derivate dal tessuto adiposo che producono ormoni in grado di stimolare la ricrescita dei capelli inducendo le cellule a proliferare.

Nuove future cure per la calvizie

La crescita dei capelli negli uomini e nelle donne, è legata a più fattori: fattore di crescita degli epatociti (HGF), fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGF), insulino-simile (IGF) ed il fattore di crescita derivato dalle piastrine (PDGF).

In questo nuovo studio gli scienziati hanno provato l’efficacia dell’estratto di costituenti di cellule staminali derivate adipose (ADSC-CE) su 38 soggetti con alopecia androgenetica, di cui 29 uomini.

Dopo aver diviso i soggetti in due gruppi, è stata somministrata la soluzione topica ADSC-CE ad un gruppo, mentre l’altro ha fatto da gruppo di controllo. I pazienti hanno applicato la soluzione due volte al giorno con le dita sul cuoio capelluto.

Dopo 10 settimane di applicazione, come risultato si è avuto un aumento considerevole del numero di capelli e del diametro del follicolo.

Sang Yeoup Lee, ricercatore dell’ospedale Yangsan dell’Università Nazionale Pusan in Corea del Sud, che ha guidato l’esperimento dichiara: “I nostri risultati suggeriscono che l’applicazione della soluzione topica ADSC-CE ha un enorme potenziale come strategia terapeutica alternativa per la ricrescita dei capelli nei pazienti con AGA, aumentando sia la densità che lo spessore dei capelli mantenendo al contempo un’adeguata sicurezza del trattamento. Il prossimo passo dovrebbe essere quello di condurre studi simili con popolazioni ampie e diverse al fine di confermare gli effetti benefici dell’ADSC-CE sulla crescita dei capelli e chiarire i meccanismi responsabili dell’azione dell’ADSC-CE nell’uomo”.

Sarà importante portare la ricerca avanti su questa strada per poter dare in futuro una cura efficace contro la calvizie comune anche perché gli attuali farmaci hanno pesanti effetti collaterali.

(Fonte: A randomized, double‐blind, vehicle‐controlled clinical study of hair regeneration using adipose‐derived stem cell constituent extract in androgenetic alopecia)

Lascia un commento