Capillari rotti rimedi della nonna

Per i capillari rotti si può ricorrere a rimedi naturali ed integratori a base di vitamina C e bioflavonoidi. I capillari sono le ultime diramazioni di arterie e vene, la cui dimensione può variare dai 5 agli 8 millesimi di millimetro.

Capillari fragili cause

La fragilità capillare è dovuta a più fattori:

  • ereditarietà;
  • carenze di vitamina C;
  • variazioni ormonali (gravidanza, disturbi del ciclo);
  • uso di pillola anticoncezionale;
  • sovrappeso o obesità;
  • vita sedentaria;
  • stress;
  • eccessiva esposizione al sole;
  • terapie a base di corticosteroidi.

Il problema colpisce maggiormente il sesso femminile.

Esistono anche cause patologiche che incidono sulla rottura dei capillari, ma sono meno comuni, come:

  • malattie di Cusching;
  • sindrome di Ehlers-Danlos;
  • sindrome di Marfan.

A causa della loro fragilità i capillari sono più soggetti a rompersi nel caso di:

  • ritenzione idrica;
  • traumi o lesioni (anche massaggi eseguiti in modo troppo energico);
  • sbalzi termici;
  • disturbi ormonali femminili.

Di solito i capillari rotti si manifestano in gambe, viso, naso e si chiamano in gergo medico “teleangectasie“. Possono affiorare formando petecchie, ecchimosi ed ematomi.

Capillari fragili cosa fare?

Chi soffre di questo sintomo ha difficoltà a fare sparire l’inestetismo e i rimedi efficaci sono di tipo medico o di prevenzione.

Se ci si accorge di avere questo disturbo è bene accertarsi con il proprio medico per comprenderne anzitutto l’origine.

Una volta compreso il problema, si può intervenire per prevenire un peggioramento.

  • Prima di tutto va curata l’alimentazione, con un adeguato apporto di vitamina C e bioflavonoidi.
  • Fare esercizio fisico mirato ad agevolare la circolazione venosa e linfatica.
  • Applicare sotto la doccia getti di acqua fredda e calda che stimolano la circolazione.
  • Fare dei pediluvi con acqua tiepida e con una spugna ruvida massaggiare delicatamente le gambe verso l’alto.
  • Tenere i piedi leggermente sollevati da un cuscino durante il riposo.

Mantenere i capillari in salute è importante perché essi espletano funzioni fondamentali per l’organismo: sono i responsabili degli scambi di nutrienti e allontanano gli scarti dalle cellule.

Castanea Composta - Integratore Spagyrico di Castagno, Sorbo, Mirtillo e Ippocastano
Gambe pesanti, circolazione

Voto medio su 6 recensioni: Da non perdere

€ 16,00

Capillari fragili alimentazione

Per prevenire la fragilità capillare si ricorre a trattamenti di tipo dietetico. In primis va curato il sovrappeso o l’obesità, poiché sono condizioni sfavorevoli in assoluto, che possono peggiorare la predisposizione anche se dipendente da altri fattori.

Gli alimenti per contrastare la fragilità capillare sono: frutti di bosco (lampone, mirtillo, mora, ribes e uva spina), ciliege, prugne viola. Cibi ricchi di vitamina C ed antiossidanti (agrumi, succo di limone, succo d’uva, papaya e tè verde).

Ed ancora alimenti che contegono quercetina (capperi, cipolla rossa, levistico, mela, tè verde, mirtillo, sedano).

In aggiunta vengono suggeriti alimenti o integratori a base di omega 3.

Pinomar Pycnogenol - 60 Capsule
Picnogenolo in capsule con estratti di Pino Marittimo Francese, Mirtillo, Acini d’uva

Voto medio su 45 recensioni: Buono

€ 29,50

Capillari fragili: i rimedi della nonna

Fra i rimedi naturali, conosciuti come “rimedi della nonna” sono di sicuro aiuto prodotti a base di flavonoidi (o vitamina P).

I più indicati sono quelli che contengono: vite rossa, centella asiatica, propoli, rusco, ginko biloba, cardo mariano, ippocastano, edera, meliloto, diosmina.

Sono prodotti fitoterapici dall’azione protettrice per i vasi sanguigni e si trovano in creme o gel da applicare alle gambe.

Ginkgo Biloba 60 - Integratore di Ginko Biloba in Capsule Vegetali

Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere

€ 32,00

Per quanto riguarda i farmaci si devono cercare quelli contenenti principi attivi naturali: integratori di vitamina C (acido ascorbico), escina, rutina ed esperidina. Sono tutti principi attivi presenti anche negli alimenti o nelle piante e che migliorano il collagene e l’elasticità delle pareti venose, favorendo il riassorbimento degli edemi.

Crema all'Ippocastano
Con Alloro Spirea, Lavanda

Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere

€ 19,00

Capillari fragili cosa evitare

Per non peggiorare la condizione di fragilità vanno evitati alcuni comportamenti o abitudini:

  • fumo;
  • docce o bagni con acqua troppo calda;
  • eccessiva esposizione a fonti di calore, compresa l’esposizione solare;
  • cerette a caldo;
  • cibi salati;
  • tacchi alti;
  • stare troppo tempo in piedi o seduti;
  • indumenti troppo attillati.
I capillari rotti si possono riassorbire da soli?

Purtroppo i capillari rotti non si riassorbono da soli e non esistono dei rimedi completamente efficaci per questo. Si deve solo mantenere in salute il sistema circolatorio con i consigli sopra citati.

Il consiglio è di ricorrere ad alcune formulazioni di creme, sieri o gel che possono fare bene sia alla microcircolazione che all’idratazione della pelle.

Anche gli oli vegetali in sinergia con oli essenziali di limone, cipresso, menta piperita e geranio, sono particolarmente indicati ed efficaci per contrastare la fragilità capillare.

Esistono trattamenti medici che possono essere fatti dai dermatologi. Uno degli interventi che può rimuovere i capillari piccoli e superficiali sulle gambe è la radiofrequenza focalizzata.

Idrolato di Cipresso
Idrolato puro biologico per contrastare couperose ed acne giovanile

Voto medio su 10 recensioni: Da non perdere

€ 7,60

Altre terapie come il laser, la scleroterapia e l’ozonoterapia, vanno valutati solo da un medico specializzato e non sempre sono indicati per tutti i pazienti.

Olio di Arnica per capillari rotti

L’olio di Arnica è ottenuto dalla macerazione dei fiori della pianta. E’ un rimedio fitoterapico veramente efficace contro i traumi, gli ematomi, le contusioni, i dolori muscolari e le infiammazioni.

Nel caso dei capillari rotti è utile per aiutare la circolazione, ridurre l’infiammazione, tonificare e stimolare il sistema linfatico.

Arnica Unguento Vegetale
Contro geloni, disturbi reumatici e contusioni

Voto medio su 40 recensioni: Da non perdere

€ 9,50

Le proprietà dell’Arnica si possono sfruttare anche come unguento che è molto concentrato. Per un massaggio rinfrescante che aiuti in caso di gambe pesanti è indicato il gel all’Arnica.

L'unguento Dei Nonni Con Arnica - Giallo - 50ml
Un unguento naturale per lenire traumi e contusioni
€ 16,00

ContraCell Salva Capillari - Effetto Fresco
Drena i liquidi in eccesso, rinforza le pareti capillari, ristabilisce il corretto microcircolo e sgonfia gambe e caviglie

Voto medio su 3 recensioni: Buono

€ 28,00

Lascia un commento