Glaucoma cellule staminali nervo ottico

Glaucoma: speranze per nuove cure con cellule staminali. Per la prima volta, dopo 52 sperimentazioni, sono state isolate le cellule staminali nel nervo ottico, le quali sono responsabili della trasmissione delle immagini dall’occhio al cervello.

La scoperta si deve ai ricercatori della School of Medicine (UMSOM) dell’Università del Maryland; lo studio è pubblicato sulla rivista Proceedings of National Academy of Sciences (PNAS).

Steven Bernstein, autore dello studio, afferma: “Riteniamo che queste cellule, chiamate cellule progenitrici neurali, siano presenti nel tessuto nervoso ottico alla nascita e rimangano per decenni, aiutando a nutrire le fibre nervose che formano il nervo ottico“.

Lo studio presenta una nuova teoria sul perché la forma più comune di glaucoma può svilupparsi, aprendo la strada a potenziali nuove cure per trattare una delle principali cause di cecità negli adulti.

“Se siamo in grado di identificare i fattori di crescita critici che queste cellule secernono, potrebbero essere potenzialmente utili come cocktail per rallentare la progressione del glaucoma e altri disturbi della vista legati all’età.” – ha aggiunto il dott. Bernstein.

Occorreranno ora nuovi studi per giungere ad una cura.

Che cos’è il glaucoma?

Il glaucoma è una patologia degli occhi che colpisce il nervo ottico, causando un elevato aumento della pressione che può provocare la perdita progressiva della vista. Nell’occhio affetto da glaucoma il deflusso dell’umore acqueo viene ostacolato: il liquido si accumula e la pressione intraoculare comincia ad aumentare fino a provocare una compressione del nervo ottico, causando un danno alle fibre nervose.

Fino ad oggi il danno alle fibre ottiche è incurabile ed è causa di perdita permanente di visione.

(Rif.to: Researchers discover stem cells in the optic nerve that enable preservation of vision)

Lascia un commento